La Supposta del Cuore – Ti amo il venerdì sera

ti amo il venerdì sera

Canzone consigliata: Ti amo il venerdì sera – lemandorle

Cara Anna,

perché mi innamoro sempre dei bassisti?

Ho provato a uscire con cantanti, chitarristi, batteristi. Perfino con uno che faceva il karaoke. Ma niente. Finisce sempre che mi innamoro dei bassisti. E loro di me.

Ma come si innamorano i bassisti: male e con tanta ombrosità. Si salva solo il sesso ludico e disimpegnato. Temo che il principe azzurro non si nasconda tra le quattro corde.

La verità è che mio marito è adorabile ed è un trombonista. Ma il fascino dei bassisti ancora mi fa salire il groove.

Aiutami tu.

P.

Continue Reading

Scuse per mollare una donna, le 10 più minchione

scuse per mollare una donna le più minchione

L’estate sta arrivando, i minchioni proliferano e i mollatori compulsivi scelgono quasi sempre feste, ponti e vacanze per allietare la vita a donne che stavano già programmando un weekendino di pappa, bevutelle e cose belle.

Questo è il decalogo che lascio a futura memoria di tutte le ovaie libere e sfrante, un estratto dal mio Ti amo un Sacher.

*

Da che mondo è mondo, da che ovaie sono ovaie, da che i minchioni sono minchioni, già chiedere a una tivuoimetterecommmè? è difficile, figuriamoci mollarla. Facile dire che la sincerità viene prima di tutto, ma quando poi ci si ritrova davanti a una che ti guarda come Bamby e che, sbattendo le ciglia che si è fatta fare da Kiko, ti dice che tu sei l’uomo per me, fatto apposta per me, qualche certezza, dopo un carpiato sul testosterone, inizia a intonare vigorosi requiem. Vi capisco, eh.

Continue Reading

Uomini a cui non darla mai

uomini a cui non darla mai

Vinta? Più o meno, se la intendete come una partita a burraco.

In realtà, nell’incommensurabilmente variopinto e caleidoscopico mondo delle relazioni para sentimentali, a molti uomini non dovete dargliela. Non dovete, no no no. Dovete scappare come quando avete mangiato mezzo tiramisù preparato col mascarpone contenente lattosio.

Più fuga meno figa, sostanzialmente.

Ma scappare da chi? Da cosa? Vi eravate fatte la ceretta? Meglio così, inizia a fa’ caldo.

Continue Reading

Che balle essere belle. Che bello essere Bella.

Io non sono bella, sono più una che balla. Non nel senso stretto del termine, più nel senso che ballo tra le nuvole, tra le parole, tra le immagini, tra un piatto e un calice di vino, tra gli abbracci stretti, tra le storie che ascolto, tra i sogni di chi sogna non solo mentre dorme ma soprattutto mentre veglia.

Insomma, non avrò gambe toniche o addominali scolpiti, ma ho un discreto condominio mentale pronto a fare maratone.

Questo è stato un anno di cambiamenti e cambiaVenti, mi sono leccata il dito, non solo quello sporco di Nutella, e ho provato a capire dove tirasse il vento. Ci sono riuscita? Non lo so.

Continue Reading